Un gesuita chiede perché il mondo taccia sulle uccisioni nella Repubblica Democratica del Congo.
Il P. Rigobert Kyungu, un gesuita della Repubblica Democratica del Congo, che attualmente vive e lavora a Roma, ha sollevato la questione che turbina nelle menti di molti suoi compatrioti alla luce della politica violenta del suo Paese: “Perché il mondo tace su queste uccisioni? È semplicemente ignoranza o potrebbe essere complicità?” Il P. Kyungu ha parlato a Roma, domenica 11 febbraio, quando i suoi connazionali congolesi hanno fatto una marcia nel centro di Roma nel tentativo di sensibilizzare il mondo sulla situazione politica della Repubblica Democratica del Congo. Il P. Kyungu ha notato che negli ultimi 20 anni, più di 8 milioni di persone sono morte a seguito di conflitti armati in Congo. La sua dichiarazione è disponibile in inglese: http://www.sjweb.info/news/pdf/DRC_March_in_Rome.pdf
e in francese: http://www.sjweb.info/news/pdf/Marche_pour_la_paix.pdf